i professinisti del sorriso
Curasept Curasept Daycare Buccagel Afte Curaprox

Lo spazzolino da denti

Lo spazzolino è sicuramente lo strumento-base dell'igiene orale: va utilizzato dopo ogni pasto, soprattutto se vengono consumati molti zuccheri; risulta particolarmente utile per la pulizia delle superfici masticatorie, oltre che di quelle interne ed esterne dei denti. Le tipologie sono due, quello tradizionale e quello monociuffo, indicato per la pulizia nei punti critici, ad esempio accanto gli impianti, dietro gli ultimi molari, lungo le gengive.

Gli spazzolini tradizionali (video) Gli spazzolini monociuffo (video)

Requisiti ottimali di uno spazzolino:

  • Setole sottili, resistenti e flessibili, non troppo dure per non aggredire le gengive.
  • Testina piccola e collo flessibile per raggiungere le superfici più nascoste.
  • Manico ergonomico, confortevole e leggero per agevolare le manovre.

Corretta tecnica di spazzolamento:

Lo spazzolino va posizionato sui denti con un'inclinazione di 45° e il movimento deve essere perpendicolare alla gengiva, procedendo dalla gengiva verso i denti. Per pulire i denti superiori, il movimento deve avvenire verso il basso, per i denti inferiori invece verso l'alto. Le operazioni vanno ripetute sia sulla parte interna che su quella esterna della dentatura.

Spazzolare anche la lingua in paricolare la base.

Anche se usati bene e frequentemente, gli spazzolini non riescono a raggiungere gli spazi interdentali.